INTERVISTA A LAURA IURISEVICH – ISTRUTTRICE CORSO GESTANTI E BABY NUOTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

1. Ciao Laura. Raccontaci del tuo primo lavoro: l’ostetrica. Da dove nasce questa passione e come mai hai deciso di intraprendere questo percorso parallelo? 

Fin da bambina sapevo che da grande avrei fatto l’ostetrica. Non ricordo bene quando l’ho deciso, ma vedere nascere una nuova vita è meraviglioso. Un giorno, mentre controllavo annunci di concorsi, mi è apparso il corso per gestanti e il corso neonatale. Così mi sono iscritta, in modo da iniziare un percorso prima con le gestanti e successivamente ritrovarle con i loro piccoli.

2. Quali sono i principali benefici del nuoto durante la gravidanza e del baby nuoto per i neonati, e come questi due corsi si integrano nell’esperienza complessiva dei genitori?

Oltre a promuovere un benessere generale, aiuta a rilassare la gestante, a controllare la respirazione e a conoscere meglio il proprio corpo e i cambiamenti della gravidanza. Una volta in acqua, insieme al proprio “pesciolino”, scopriranno nuove emozioni attraverso il contatto fisico, gli sguardi e le carezze.

3. Quali competenze specifiche si mira a trasmettere alle gestanti durante il corso, e in che modo queste competenze preparano le mamme al momento del parto e all’accudimento del neonato?E come si collega questa preparazione al corso di Baby Nuoto?

Nel corso di acquaticità per gestanti, gli esercizi di respirazione e rilassamento, uniti alla ginnastica dolce, sono propedeutici per il travaglio e il parto. Il corso di acquaticità per neonati e bambini è importante per lo sviluppo psicomotorio, poiché imparano a gestire la glottide con piccole immersioni e a praticare il galleggiamento verticale e orizzontale, fondamentali per la sicurezza in acqua. Tutto questo avviene attraverso il gioco, rafforzando così il legame di fiducia che si instaura con il genitore.

4. Quali sono le attività specifiche proposte durante il corso per gestanti per favorire il benessere fisico e mentale delle partecipanti?

Gli esercizi proposti alle gestanti sono mirati alla tonificazione e allo stretching, per alleviare le tensioni muscolari e preparare l’apparato scheletrico e muscolare alla gravidanza e al parto. Gli esercizi di respirazione, con piccole apnee e autoaffondamenti, aiutano a preparare la gestante per le fasi di dilatazione ed espulsione.

5. Quali sono le attività  o gli esercizi proposti durante i corsi in cui si favorisce la creazione di una comunità di supporto reciproco?

Nel corso di acquaticità per gestanti, la condivisione dell’esperienza con altre neo-mamme in ambiente acquatico, unita alla produzione di endorfine, rende l’incontro settimanale utile per gestire le piccole ansie legate alla gravidanza. Questo momento di condivisione e amicizia è scientificamente provato essere benefico a livello psicofisico sia per la mamma che per il nascituro.

Nel corso di acquaticità per neonati, i bambini imparano a condividere giochi e spazi, oltre a sentirsi a loro agio sott’acqua.

6. Ormai questa è una domanda di prassi: raccontaci un momento speciale che hai vissuto qui al Centro Sportivo Sulmona!

Al Centro Sportivo Sulmona non c’è stato un solo momento speciale, ma tanti. Vedere i piccoli crescere fino a quando non sono pronti a lasciare il corso, capire che sono diventati grandi, averli aiutati a superare le piccole paure e osservare il legame che si crea con il genitore è meraviglioso.